I bamboccioni

bambo

Quando si parla di crisi immobiliare, si nomina sempre l’impossibilità, da parte di un compratore, di acquistare.

Questo perché i soldi mancano, perché gli immobili sono troppo cari o perché le banche non permettono di accedere ai mutui. Come appendice di tutto questo è “tristemente-divertente” notare anche che ben un terzo degli italiani, pur essendo in età più che adulta, vive ancora con i genitori, condividendo quindi la stessa casa, senza ovviamente comprare, ne’ tanto meno affittare ulteriori immobili, lasciando così completamente vuota la maggior parte degli alloggi.

Presi un po’ in giro dal resto del mondo, che non si capisce bene se prova pena o invidia per loro, queste persone vengono definite come “i bamboccioni”, termine coniato anni fa dall’allora ministro dell’Economia Tommaso Padoa Schioppa che li descrive come esseri non in grado di staccarsi dalle sottane della madre.

Dei mammoni insomma.

Ma sarà davvero così? Si sa, la mamma italiana è la mamma per eccellenza, non me ne vogliano le altre ma, mamma nostra non si tocca se si pensa persino che, il termine “mamma” made in italy (così è internazionale davvero) è il più conosciuto del pianeta.

Ma sarà davvero solo una questione di chiocciaggine e ala protettiva? Secondo diversi sondaggi è stato scoperto con una nota amara che, a parecchi giovani, rimangono in tasca, quando va bene, all’incirca e solo 400,00 euro netti al mese tolte le spese di trasporto per recarsi al lavoro e il cibo col quale alimentarsi durante quelle ore. Ipotesi, diurne.

Sarà bene però doversi nutrire anche alla sera e soprattutto poter condurre una vita dignitosa seppur semplice. Ma come può essere possibile vivere da soli mantenendosi un appartamento, un’auto e comprandosi le materie di prima necessità con soli 400,00 euro mensili?

Non è proprio immaginabile. Rimanendo assieme ai genitori invece, non solo si ha la possibilità di metter via qualche spicciolo ma una parte dello stipendio lo si può mettere in famiglia a favore di tutti, divenendo così per mamma e papà un valido aiuto oltre che un probabile peso gravoso.

Forse tutto ciò non era stato considerato.

E’ vero che la società di oggi pullula di giovani svogliati, pigri e con la puzza sotto il naso. – Il lavoro c’è! – si dice, – basta aver voglia di lavorare -, ma il problema qui è un altro: è la cifra finale.

Con la quale non possono nemmeno permettersi di formare una loro nuova famiglia. E le case rimangono deserte e abbandonate.

Ben un terzo. Il problema quindi pare giungere dalla radice ma questo già si sapeva. E allora… sarà bene iniziare da lì.

Philip Kotler, uno dei più grandi esperti di Marketing a livello mondiale, ha sempre detto – Il Marketing, non può essere considerato equivalente alla vendita in quanto ha inizio molto tempo prima -.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail