I servizi immobiliari al centro del mercato

In un precedente post si è accennato dell’importanza dell’acquisizione nell’attività di intermediazione.

Il tema dell’acquisizione è onnipresente nella quotidianità dell’agenzia immobiliare al punto tale che per certi agenti diventa quasi l’oggetto sociale della propria attività.

Per comprendere l’importanza dell’acquisizione nell’intermediazione immobiliare occorre ragionare sulla natura dell’attività di un’agenzia immobiliare. Esistono aziende industriali che producono beni. Aziende commerciali che vendono beni prodotti da altri. Esistono infine aziende di servizi che erogano, appunto, servizi. Le agenzie immobiliari sono naturalmente delle aziende di servizi. Offrono un servizio di intermediazione tra venditori e acquirenti di immobili.

Negli anni ’90 si era diffusa l’espressione “servizi immobiliari” che molte agenzie sceglievano per accompagnare il proprio marchio. Probabilmente nella maggior parte dei casi si trattava di un modo per allontanarsi dall’immagine dell’agenzia. Infatti, sotto l’insegna “servizi immobiliari” raramente si trovavano (e si trovano tuttora) servizi che non siano la sola intermediazione.

Se alle parole si volessero far seguire dei fatti, bisognerebbe riempire di contenuti quell’insegna “servizi immobiliare”, cioè proporre realmente dei servizi. Basterebbe, trarre ispirazione da quanto hanno altre società di servizi come le banche che, pur non cambiando mai il loro core-business  (impiegare denaro ed erogare finanziamenti), hanno costruito attorno a questo nucleo una serie di servizi dedicati.

 

Antonio Rainò per immobiliare.com

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail