IKEA e il green marketing

ikea-voiture-banc-ambient-marketing-pologne-targowek-mrufka-4-600x4001

L’IKEA, la multinazionale dell’arredamento, fondata in Svezia, ad Almhult, da Ingvar Kamprad all’inizio degli anni ‘40, in questi giorni sta facendo molto parlare di sé.

Il colosso svedese che da tantissimo tempo ammobilia la maggior parte delle nostre case, così come quelle di altri Paesi con mobili e complementi d’arredo in vario stile, attraverso l’invenzione del fai-da-te a basso costo, ne ha pensata un’altra delle sue ancora più utile e ancora più saporita.

Ha deciso infatti di scommettere un miliardo di euro sull’ambiente, tema oggi, protagonista di ogni settore.

Ci si è tutti un po’ stupiti quando, anni fa, si è iniziato a sentir parlare di un grande centro nel quale si poteva acquistare un mobile ma che poi bisognava, a casa propria, montarselo da soli. Alcuni hanno persino arricciato il naso abituati ad essere serviti e riveriti dai classici mobilieri dai materiali sicuramente più pregiati ma anche più costosi poi però, con l’andar del tempo, quell’idea si è fatta strada concretizzandosi sempre di più, non era poi così male, i pezzi piacevano, in fondo a costruirli non ci voleva una laurea e soprattutto, l’azione di marketing della casa, ha saputo compiere il suo dovere alla perfezione. Persino Home Stager e Agenti Immobiliari si sono spesso affidati a questa iniziativa per rendere la casa in vendita più piacevole e apprezzabile. IKEA è ben presto diventata un must e una tendenza.

Oggi, vuole continuare a creare punti interrogativi ma, al di là di tutto, vuole continuare a stupire.

Oltre all’utilizzo di legno riciclato piuttosto che nuovo, recente idea che è piaciuta immediatamente vista la sensibilità di questi tempi in campo ecosostenibile, ha pensato bene di aiutare alla – riforestazione – e al rinnovo di vecchi mobili che hanno bisogno di nuova vita e, grazie allo stile low cost sul quale ha da sempre basato i suoi affari, la scommessa sembra già vinta.

Voler ripopolare di alberi zone ormai desolate ha fatto sgranare di compiacimento gli occhi a tutti.

Non solo, come afferma lo stesso Amministratore Delegato di IKEA, ad un’intervista al Wall Street Journal, si è deciso inoltre di avvicinarsi maggiormente ai centri urbani per una locazione più comoda per i clienti anche a livello logistico nonostante il servizio a disposizione di consegna a domicilio.

Come se tutto questo non bastasse, nel proporre tale impegno, l’azienda si espande e sbarca anche più a Oriente in Serbia, vicino a noi, e in India.

Non c’è che dire, l’ideale merita.

E, nonostante abbia poco a che fare con il Marketing Immobiliare ci sentiamo anche di sottolineare l’impegno che IKEA vuole dedicare ai propri dipendenti mettendo a loro disposizione più di 100 milioni di euro come contributo extra per la loro pensione. In particolare, per quelli italiani, quasi 900 euro cadauno saranno destinati alla loro previdenza.

Si, anche questo è Marketing e, quando le promesse vengono mantenute, è un Marketing che viene seguito senza indugio perché si mostra reale, senza illusioni.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail