Il mercato immobiliare a Roma – Secondo i dati ufficiali dell’Agenzia del Territorio

L’Agenzia del Territorio nella sua semestrale Nota Territoriale suddivide la capitale in ben 23 macroaree. Nessuna altra città è così estesa e di conseguenza frammentata. Altrimenti che capitale sarebbe.

A livello generale, nel primo semestre 2011, il mercato immobiliare romano non è andato bene, a differenza di cosa è successo invece a Milano. A Roma infatti il numero di transazioni normalizzate (NTN) è stato pari a 16.599, -3,5% rispetto al NTN dello stesso periodo del 2010. Non è quindi un caso se il segno negativo accompagna i risultati delle vendite nella maggior parte delle macro aree romane. Vediamole in dettaglio:

  • Centro storico: -17,7%
  • Semicentrale Appia – Tuscolana: -4,1%%
  • Semicentrale Aurelia – Gianicolense: 9,4%
  • Semicentrale Ostiense – Navigatori: -4,9%
  • Semicentrale Parioli – Flaminio: 0,8%
  • Semicentrale Prati – Trionfale: -2,9%
  • Semicentrale Salaria – Trieste – Nomentano: -7,2%
  • Semicentrale Triburtina – Prenestina: 10,8%
  • Appia – Tuscolana: -6,6%
  • Aurelia: -6,4%
  • Cassia – Flaminia: 5,2%
  • Cintura Eur: 9,8%
  • Eur – Laurentina: -25,4%
  • Portuense: 9,9%
  • Salaria: -7,4%
  • Tiburtina Prenestina: -2,0%
  • Fuori GRA Est: -3,5%
  • Fuori GRA Nord: -3,3%
  • Fuori GRA Nord-Ovest: -19,7%
  • Fuori GRA Ovest: 9,9%
  • Fuori GRA Sud: 1,4%
  • Fuori GRA Sud-Ovest: 16,5%
  • Ostia Litorale: -16,7%

Come si può vedere sono molte le zone con un segno negativo accompagnate da un calo a doppia cifra.

Il fronte dei prezzi conferma la peculiarità tutta italiana delle compravendite in picchiata e delle quotazioni stabili, con buona pace della legge della domanda e dell’offerta. Infatti, nei primi sei mesi di quest’anno, i prezzi delle case romane hanno retto, anzi registrano anche un +0,5% a livello complessivo. Il dato peggiore l’ha fatto registrare il Nord-Ovest esterno al GRA con un -0,9%, mentre la migliore performance è della zona Triburtina-Prenestina con un +1,3%.

Naturalmente, la Nota Territoriale nelle sue 53 pagine offre una molteplicità di informazioni che gli operatori del settore capitolini troveranno molto utili. Questi riportati sono i dati minimi necessari per non sfigurare a una chiacchiera da bar e poter rispondere senza problemi alla domanda: come va l’immobiliare a Roma?

 

Antonio Rainò per Immobiliare.com

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail