Immobili a Milano: prezzi quasi raddoppiati negli ultimi 10 anni

Un immobile a Milano comprato nel 2000 oggi ha quasi raddoppiato il suo valore, +76% in dieci anni, con un prezzo medio al metro quadrato di 4.679 euro. I record: sono in zona centro storico, Spiga – Montenapoleone con +116%, nei Bastioni con Repubblica – Porta Nuova con +103,7%, in Circonvallazione Lagosta – Stazione Garibaldi (+86,6%), nel Decentramento Martini – Cuoco (+101%).

In coda: nel Centro storico Augusto (+65,1%), nei Bastioni Parco Castello (+78,9%) e in Circonvallazione Pisani – Gioia – Baiamonti (+29,7%), nel decentramento Turro – Precotto (+39,9%).

I dati emergono da una rilevazione dei prezzi degli immobili sulla piazza di Milano sul secondo semestre 2010 realizzata da Borsa Immobiliare, azienda speciale della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con FIMAA Milano.

L’immobile è – come è noto – sia uno strumento finanziario (investimento) sia un prodotto tecnologico (progettazione). Come assicurare rendimenti di lungo periodo affidabili all’investimento immobiliare? Se ne è parlato ieri in Camera di commercio al convegno “Come trasformare un immobile in un “Bond”: Progettazione & Facility Management” organizzato proprio da OSMI Borsa Immobiliare –  azienda speciale della Camera di commercio di Milano, in collaborazione con Politecnico di Milano (dipartimento B.E.S.T.), Assolombarda e ISS Facility Services.

L’immobile oggi può essere non solo una casa da edificare ma un valore da gestire. La sua redditività, specialmente a lungo periodo, è però determinata anche dalla sua qualità e dall’incidenza dei costi di gestione e manutenzione che tende a crescere nel tempo fino a 5 volte il costo di costruzione. Un immobile è di maggior qualità se assicura per esempio consumi energetici contenuti, compatibilità ambientale e soluzioni architettoniche hi-tech.

 L’immobile, se progettato e mantenuto correttamente, può dare buoni rendimenti a lungo periodo, come un bond o un prodotto finanziario – commenta in una nota Antonio Pastore, presidente di OSMI Borsa Immobiliare – E proprio per aumentare la redditività delle nuove costruzioni oggi è sempre più rilevante la collaborazione tra progettazione architettonica, ingegneristica e finanza. Anche per facilitare questo incontro la Camera di Commercio, attraverso la Borsa Immobiliare, tra le altre iniziative, ha organizzato convegni dedicati alla finanza immobiliare e promosso un master per valutatori immobiliari.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail