Le 6 “R” dell’Home Staging

Home Staging, ossia l’arte di mettere in scena la casa.

Per venderla o affittarla nel minor tempo possibile e alle migliori condizioni.

Per diventare Home Stager esistono dei corsi specifici.

Possiamo riassumere le direttrici fondamentali dell’attività di un Home Stager?

Con una concessione al gusto anglosassone delle sigle, diciamo allora che è possibile in qualche modo riassumere l’Home Staging in 6 “R”.

Vediamole assieme:

Ridurre. Eliminare tutto il superfluo. Una casa vissuta è sicuramente piena di oggetti e di ricordi ma quando quella casa è in vendita, non è il caso di averli tutti a portata di mano.

Rinfrescare. Dare una nuova “luce” all’immobile. Gli sbuffi neri sui termosifoni e gli schizzi sulle pareti della cucina sono dettagli che saltano subito all’occhio di un potenziale acquirente.

Riarredare. Nulla di impegnativo. Studiare il corretto posizionamento dell’arredo presente, giocare con i tessuti di arredo o con le luci. Ricordiamo che un intervento di Home Staging non ha costi astronomici e, con poco budget e buone idee, si possono ottenere grandi risultati.

Rivalutare. Enfatizzare i punti forti della casa o di elementi presenti. Spesso si trascurano elementi che commercialmente valgono un tesoro. Per esempio, i balconi usati solo per lo stendibiancheria e senza neanche un fiore.

Riparare. Almeno i danni più evidenti. Se il rubinetto perde, anche la trattativa non vince.

Ripulire. Sembra scontato ma non lo è e sotto uno strato di polvere ci potrà anche essere una bella casa, ma i visitatori vedranno solo uno strato di polvere.

Diamo poi due numeri: 37 Vs 182…

Siamo diventati pazzi? NO, si tratta semplicemente dei tempi medi di vendita di una casa sottoposta ad Home Staging (37 giorni) contro quelli di una casa “nature” (182 giorni).

Possono bastare? No?

E allora diciamo anche 60.

Che sono i secondi in cui si compie la decisione di acquisto di una casa.
Comprare una dimora è assimilabile ad un colpo di fulmine.

Serve quindi il giusto make up.

L’Home Staging – sono le parole di Paola Marella – serve a ridare freschezza e luminosità alle case, proprio come certe signore che ricorrono ai centri estetici.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail