Mercato immobiliare in ripresa. Le compravendite Istat

Mercato immobiliare in ripresa. Le compravendite Istat
Diffusi proprio oggi da Istat i numeri su compravendite e mutui di fonte notarile riferiti al III trimestre 2014. Segnali positivi.

Il periodo di riferimento è il III trimestre del 2014 e il segnale incoraggiante sulla ripresa della crescita del mercato immobiliare sta in un +3,7% rispetto al III trimestre 2013.
Nei primi nove mesi del 2014, abbiamo un +0,4% rispetto allo stesso periodo del 2013 (425.975 le convenzioni rogate).

I dati sull’ultimo trimestre del 2014 sono ancora in corso di elaborazione, quindi non è dato sapere dalla fonte Istat se questa tendenza positiva si può dire confermata, tuttavia l’Istituto registra segnali di miglioramento rispetto al III trimestre del 2013 sia nel comparto immobiliare ad uso abitazione ed accessori (+3,7%), sia nel comparto economico (+4,8%).

Vediamo le cifre del III trimestre 2014 più in profondità. Per quanto riguarda le convenzioni notarili,

  •  il 93,4% (124.510) ha riguardato immobili ad uso abitazione ed accessori;
  •  il 6,0% unità immobiliari ad uso economico (7.971);
  •  lo 0,6% compravendite di immobili ad uso speciale e multiproprietà (784).

In tutte le ripartizioni geografiche sono stati registrati segnali di recupero nel comparto dell’abitativo, con valori sopra la media nazionale al Centro (+5,2%), al Nord-Est (+4,5%) e nelle Isole (+3,9%).

Rilevati aumenti significativi nelle convenzioni notarili per compravendite immobiliari ad uso economico nelle Isole (+17,7%) e al Centro (+16,6%). Al Nord-Ovest (+1,4%) e al Nord-Est (-3,6%) invece sono inferiori alla media nazionale.

Come sottolinea Istat, nel periodo considerato “gli Archivi Notarili con sede nelle città metropolitane sono i principali beneficiari dei segnali positivi provenienti dal mercato delle compravendite immobiliari, con aumenti del 4,8% nel comparto abitativo (+2,8% negli Archivi con sede in altre città) e del 14,7% nel comparto economico (-0,9% nelle altre città)”.

Anche sul fronte mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca (66.350) è stato rilevato un forte aumento (+13,9%, per un totale di 66.350 mutui). Nei primi nove mesi dell’anno, una crescita pari al 7,8%. per un totale di 201.079 convenzioni rogate.
La crescita dei mutui e degli altri finanziamenti con costituzione di ipoteca immobiliare osservata negli Archivi dei grandi centri (+16,1% sul III trimestre 2013) è stata maggiore di quella registrata nei centri più piccoli (+12,4%).

E per concludere con un’altra nota di ottimismo, Istat ha registrato “importanti segnali di recupero sul III trimestre del 2013” in tutte le ripartizioni geografiche, in particolare al Sud (+22,6%) e nelle Isole (+21,8%).

Testo integrale e tavole di dettaglio sono disponibili al sito Istat.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail