Mercato immobiliare e locali commerciali

manutenzioni-immobili-civili-commerciali-industriali-monza-brianza-milano

Un’altra buona notizia in campo Immobiliare è quella che vede non solo un’uscita dalla crisi per quello che riguarda le abitazioni ma anche i locali commerciali.

Pare infatti che anche commercianti e artigiani abbiano deciso in questo periodo di acquistare o affittare, più di un tempo, locali per svolgere le loro attività. I dati dell’Agenzia delle Entrate e di Assilea (Associazione Italiana Leasing) infatti, confermano che, nel settore imprenditoriale, le compravendite dei negozi, dei magazzini a scopo lavorativo e delle botteghe sono aumentate del 3% dal 2014 al 2015, con una suddivisione delle aree italiane così definita:

  • 2,7% al Nord – Ovest
  • 0,8% al Nord – Est
  • 4,3% al Centro
  • 3,3% al Sud
  • 4% nelle Isole.

Per quello che invece riguarda l’anno in corso e quello nel quale stiamo per entrare l’Osservatorio Immobiliare Nomisma prevede anche un forte aumento di acquisto e affitto di grossi capannoni che aumenterebbero ancora di più le cifre di questi dati.

Come si evince dai risultati, nel Nord Italia, c’è una grande differenza tra il Nord – Ovest e il Nord – Est e questo pare sia dovuto ai prezzi troppo alti di alcune regioni del Ponente soprattutto per quello che riguarda la Liguria e la provincia di Milano in Lombardia.

Oltre a rendere più spumeggiante il fenomeno dell’Immobiliare, parlando di economia, questi dati fanno anche ben pensare ad una risalita economica a livello generale di tutto il nostro Paese. Le attività coinvolte infatti toccano diversi rami della produttività dal piccolo commerciante o artigiano alle grandi imprese, entrambi a confermare un periodo roseo del Made in Italy.

Attorno a tutti questi punti positivi ce n’è poi un ulteriore che riguarda i – giovani – e le loro Start Up perché sembrano essere proprio loro quelli con la “voglia del fare” e del “ricominciare”. Coloro che, nonostante tutto, dimostrano coraggio nelle scelte e nel condurre la propria vita buttandosi a capofitto in professioni che richiedono, nella situazione italiana, davvero grandi sforzi.

L’idraulico, l’estetista, il fornaio, il fabbro, la sarta… ma anche il negoziante di alimentari, ebbene si, pare stiano tornando mentre si stanno ampliando ulteriormente i settori della ristorazione e quello che riguarda le attività mediche come: dentisti, odontoiatri e podologi.

Non solo. Tutti questi grandi e piccoli imprenditori di oggi stanno utilizzando i mezzi che la tecnologia, anch’essa di oggi, offre loro. Si tratta infatti di persone che scelgono il virtuale, l’on-line e gli strumenti più moderni per farsi conoscere e pubblicizzare la loro azienda arrivando oltre quello che la fisicità consente. Se fino a poco tempo fa, soprattutto nel nostro Bel Paese, ci si scontrava con una mentalità poco aperta riguardo certi mezzi, ecco che invece adesso le cose stanno cambiando anche sotto questo punto di vista per un Marketing a 360°

Preoccupandosi di mostrare al pubblico la loro attività, spesso e volentieri innovativa e originale per distinguersi dalla massa, riescono anche a regalare emozioni, affascinando un cliente che sicuramente s’interesserà del prodotto.

Antichi mestieri affiancati ai metodi più moderni. Si pensa davvero che questo sia il connubio perfetto per un’economia che potrebbe così cavalcare le onde a gonfie vele.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail