Mercato: i locali non residenziali

nonres

Le notizie in questo periodo ci permettono di apprendere come il Mercato Immobiliare stia volgendo verso il residenziale che pare essersi lasciato la crisi alle spalle e vede davanti a sé un futuro tinto di rosa. Quando si pensa al Mercato Immobiliare si tende sovente a rivolgere infatti le idee e le riflessioni agli immobili residenziali ma chi comprende a livello olistico questo settore sa bene come anche immobili aziendali, capannoni, uffici e locali atti alla vendita, hanno bisogno non solo di una buona pubblicità ma soprattutto di caratteristiche utili ad incuriosire e affascinare l’eventuale acquirente. Ed è proprio a questa tipologia di ambienti che vogliamo dedicare l’articolo di oggi.

Le peculiarità ricercate e fondamentali di questi locali devono esistere sia per quelli in vendita che in affitto.

Non devono infatti mancare qualità come un aspetto fresco e nuovo e uno spazio idoneo che, grazie a tecniche e arti come l’Home Staging, si può ottenere anche in stanze piccole e scure attraverso giuste modifiche e trucchi di percezione. La luminosità che si può collegare all’ampiezza data da aperture e nuovi colori e gli impianti verso i quali bisogna avere un occhio di riguardo non solo dal punto di vista normativo ma anche per una questione di estetica più pulita ed elegante.

Un rinnovo o una ristrutturazione delle stanze è fondamentale se si vuole vendere o affittare presto e bene perché anche un semplice ufficio, dalla banale forma rettangolare, può offrire tanta bellezza.

A dare valore al locale, sono anche le situazioni circostanti che bisogna nominare e persino sottolineare in un annuncio propositivo, vale a dire: il luogo in cui lo studio, o ufficio, è posizionato in ambito urbano.

Gode di una posizione centrale? Ha nelle sue vicinanze un eventuale concorrente? E’ comodo ai servizi?

Oltre che ad interessare per un’eventuale clientela, questi aspetti possono accattivare o meno l’acquirente per tanti e diversi motivi.

Il fatto, ad esempio, di poter rinunciare all’uso dell’automobile per recarsi giornalmente in ufficio e poter invece usufruire dei mezzi pubblici, meno dispendiosi e utili ad evitare eventuali nervosismi di prima mattina, pare infatti essere uno dei punti basilari osservati da chi cerca un nuovo locale. Se questa comodità non si può avere che ci sia almeno un parcheggio nei dintorni altrimenti il luogo di lavoro diventa quasi irraggiungibile.

Uno sbocco all’aria aperta poi, sarebbe l’ideale: una terrazza, un giardino adiacente, un parco pubblico nelle vicinanze, in modo da staccare e ritemprarsi a metà giornata.

Bar, Pub o Trattorie, inoltre, che permettono un pasto fresco e salutare ogni giorno, arricchiranno sicuramente la posizione del locale e invoglieranno il cliente a scegliere.

A seconda dell’attività poi, la posizione, come dicevamo prima, è una delle qualità primarie soprattutto per quegli impieghi che servono un pubblico di passaggio. Un bel quartiere, molto frequentato, ben tenuto, illuminato e signorile, sarebbe l’ideale.

Naturalmente queste caratteristiche così come danno un valore in più al luogo richiedono anche un prezzo più alto ma assicurano un reddito superiore in futuro rispetto ad altri locali.

Sono tantissimi gli aspetti positivi da tener da conto e la cosa principale è che occorre presentarli già nell’annuncio immobiliare perché saranno l’ottimo biglietto da visita che interesserà il cliente.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail