Il mini-marketing delle agenzie immobiliari

minimal-wallpaper-2013-img-7-350x220

Il Web, oggi, permette il – Fai da Te -.

Come riporta anche, in questi ultimi giorni, il famoso quotidiano economico italiano “Il Sole 24 Ore”, il fenomeno della disintermediazione sta prendendo sempre più piede e non accenna a fermarsi. Grazie alla rete infatti il privato può vendere e l’acquirente può comprare senza per forza affidarsi ad un’Agenzia Immobiliare, la qual cosa imporrebbe costi ulteriori per pagare determinati servizi.

La crisi immobiliare nella quale siamo rimasti bloccati per diversi anni, nonostante i prezzi degli immobili ancora in calo, pare essere ultimata e il mercato ripartito ma sono veramente tante le persone che pensano a fare tutto da sole.

I portali e i programmi virtuali di adesso permettono di mettere la propria casa in vendita proprio come farebbe chi del mestiere e, con un po’ di gusto e una buona dose di – saperci fare – si può procedere anche ad un ottimo servizio: belle immagini, completa descrizione, il contatto… et voilà, come da un professionista, quella casa viene vista ed eventualmente scelta scansando tutto il resto.

Soddisfazione per entrambe le parti che hanno evitato tutta una serie di passaggi e spese in più.

Quindi? La professione dell’Agente Immobiliare dove andrà a finire di questo passo?

La professionalità non si può sostituire e affidarsi ad un privato non sempre conviene. Quello che un Agente, esperto di immobili, può confessare, chiarire, ma soprattutto tradurre, raramente si trova da chi si occupa di tutt’altro. Ma la situazione è avvincente e affascinante.

Sempre più raramente infatti si trovano foto oscene di edifici o stanze che fanno venir voglia di spegnere il monitor, oggi, in molti sfruttano addirittura i video, la 3D, le panoramiche e persino i programmi e i software atti all’elaborazioni grafica, come Adobe Photoshop, per un rendering davvero accattivante e che rapisce gli sguardi.

Si nota, senza esagerazioni, anche la voglia di fare meglio di un’Agenzia ossia, immettere nell’annuncio ciò che avremmo voluto trovare noi ma che spesso purtroppo tante volte è venuto meno. Sovente ci si lamenta del lavoro di un’Agente Immobiliare parlando di “allestimento di vetrina” virtuale e/o cartacea. Foto poco piacevoli e poco invitanti, scarsa descrizione del prodotto, la maggior parte delle volte totalmente incomprensibile, e si cerca di evitare questi errori rendendo così il messaggio chiaro, gradevole e interessante.

Bisogna ammetterlo: spesso c’è chi sa fare meglio. Ma questo potrebbe essere per l’Agenzia un accenno a migliorare. Abbiamo tante volte parlato di questo argomento perciò, se da una parte si consiglia vivamente l’intervento di un esperto del settore, dall’altra, in alcuni casi occorre ammettere che non bisogna lamentarsi. Il risultato di tutto ciò si è un po’ meritato.

Dietro alle quinte però c’è molto altro, questo bisogna dirlo. L’Agente Immobiliare non è solo uno sviluppatore di messa in mostra. E’ un tecnico, una figura che, al di là del proporre l’immobile, ne conosce ogni angolo e soprattutto ogni questione normativa. La cosa principale è che può in un certo senso prevedere il futuro affinchè non si abbiano brutte sorprese. Naturalmente questo un privato non lo farà mai. Anche per l’Agenzia è deleterio spiegare i lati negativi di un immobile che deve a tutti i costi vendere ma, quando è competente, sa già trovare la soluzione adatta, questione tabù per un singolo venditore.

La citazione – andarci con i piedi di piombo – calza a pennello in questo caso e, al di là delle trasformazioni possibili grazie al Web vi suggeriamo di fare sempre molta attenzione.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail