Prezzi in aumento e mercato in crescita per il settore immobiliare Made in USA

 USA

RE/MAX Italia – filiale italiana del diffuso network di franchising immobiliare internazionale – divulga attraverso il REPORT RELATIVO AL MERCATO IMMOBILIARE USA con i dati diffusi nell’edizione di luglio 2013 del RE/MAX National Housing Report. Basato sui dati MLS ricavati in 52 aree metropolitane negli Stati Uniti, include tutte le tipologie di immobili residenziali.

Il report di giugno mostra una diminuzione nel numero di transazioni chiuse pari al 4.3%, ma nel contempo un aumento del 4.1% delle vendite di giugno. Ciò fa di giugno il 24° mese consecutivo in cui si riportano vendite più elevate rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

In questo periodo si continua a registrare un numero in crescita di vendite rispetto all’inversione di tendenza del 2012. Delle 52 aree metropolitane statunitensi prese in esame, 31 hanno registrato vendite più elevate di giugno e 13 aumenti a doppia cifra.

Per tutte le case vendute a giugno, il prezzo mediano è stato di 193.750 dollari, che è stato del 5,0% superiore alla media registrata a maggio e del 12.6% più alto rispetto al prezzo nel giugno 2012. Giugno segna il 17° mese consecutivo in cui il prezzo è stato superiore a quello registrato lo stesso mese l’anno precedente. Con un’alta domanda da parte degli acquirenti e una bassa disponibilità di case sul mercato, si prevede che i prezzi degli immobili rimarranno significativamente più alti rispetto al 2012. Delle 52 aree metropolitane esaminate a giugno solo una ha visto una caduta dei prezzi, stiamo parlando di Albuquerque con – 4.2%. In ogni caso 30 delle altre aree hanno mantenuto una crescita a doppia cifra.

Per tutte le case vendute a giugno, la media dei giorni sul mercato era solo di 65. Questo dato è di 5 giorni inferiore alla media vista nel mese di maggio ed è stata di 19 giorni inferiore rispetto alla media di giugno 2012 con 84. La media di 65 giorni di giugno è la più bassa degli ultimi 12 mesi. Una media bassa di giorni sul mercato è il risultato diretto di poche case in vendita e una domanda elevata da parte degli acquirenti.

Il numero di case in vendita a giugno è stato più basso del 2.3% rispetto a maggio e del 23.9% rispetto a giugno 2012. Con basse perdite percentuali e con 18 aree metropolitane che riportano aumenti nell’inventario da maggio, il problema della poca disponibilità di immobili dovrebbe tendere verso un cambio di tendenza. Delle 52 aree metropolitane nel sondaggio giugno, 49 riportano livelli più bassi rispetto allo scorso anno.

“Le vendite estive sono tradizionalmente le più forti dell’anno, ma quest’anno stiamo assistendo ad un ritmo incalzante di due cifre percentuali superiori alla scorsa estate. Anche dopo la recessione, l’interesse a diventare proprietari di abitazioni rimane molto elevato. Bassi tassi di interesse sui mutui e prezzi attraenti stanno creando le migliori opportunità viste negli ultimi anni” – ha dichiarato Margaret Kelly, CEO di RE/MAX, LLC.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail