Quando la tecnologia irrompe nell’immobiliare: è nata WIKIRE

Wikire-672x372E’ nata WIKIRE, startup innovativa italiana che ha sviluppato una piattaforma online dedicata agli agenti immobiliari. L’ha lanciata Digital Magics, incubatore certificato di startup.

WIKIRE si sviluppa in due parti:

  1. WIKIRE.it è una piattaforma tecnologica di MLS (multiple listing service) “social”, ossia aperta e flessibile, che consente all’agente immobiliare di condividere il proprio portafoglio con tutti gli agenti registrati o con un proprio network privato di colleghi. WIKIRE.it permette di incrementare le opportunità di business per le agenzie, che potranno confrontarsi e collaborare fra loro. WIKIRE.it mira a diventare il più grande database immobiliare italiano
  2. WIKICASA.it – che sarà online nelle prossime settimane – è un portale di annunci immobiliari inseriti solo dai professionisti dell’intermediazione immobiliare. Il sito aumenterà la qualità delle informazioni pubblicate in termini di controllo, aggiornamento e precisione, offrendo agli utenti che cercano un immobile sul web maggiore trasparenza e affidabilità.

Digital Magics sta supportando WIKIRE nello sviluppo strategico e tecnologico, offrendo i propri servizi di incubazione e accelerazione di alto profilo e concentrandosi sullo sviluppo commerciale della startup.

Digital Magics ha riconosciuto nell’idea di Pietro Pellizzari, Fondatore di WIKIRE, un modello scalabile e altamente innovativo. L’incubatore infatti è da sempre impegnato a lanciare e supportare iniziative di sistema finalizzate a creare innovazione nei settori più tradizionali. Chi è Pellizzari?

Laureato in Economia Aziendale e Management all’Università Luigi Bocconi, dopo un’esperienza formativa in Prelios (ex Pirelli RE), si trasferisce a Sydney entrando in Rocket Internet, il più importante incubatore di startup del mondo. Segue il marketing online per il mercato australiano del venture incubator, appassionandosi al mondo dell’innovazione e delle startup. Tornato in Italia si occupa per 2 anni e mezzo di comunicazione e marketing sul web per Tree Real Estate (Gruppo Gabetti).
A fine 2014 decide di abbandonare il posto fisso e dedicarsi a un proprio progetto imprenditoriale, mettendo insieme le competenze acquisite nel settore immobiliare e digitale.
Pellizzari propone quindi la sua idea a Gabetti Property Solutions, azienda leader nel mercato immobiliare, che crede nel progetto partecipando in WIKIRE con l’integrazione del proprio gestionale Treeplat. Un altro importante socio della startup è Antlia, software house specializzata nel settore dell’information technology per il real estate e per il settore finanziario-assicurativo. A gennaio 2015 Pellizzari fonda così WIKIRE: sono già in corso trattative avanzate con altri operatori del sistema per coinvolgerli nel progetto.

Boraso.com, una delle web agency con maggiore esperienza nel settore immobiliare, è partner della startup.

Pietro Pellizzari, Fondatore di WIKIRE, ha dichiarato: “Con WIKIRE vogliamo restituire agli agenti e alla loro professionalità il ruolo centrale nell’intermediazione immobiliare. Siamo convinti che il vero patrimonio di un’agenzia sia rappresentato dalle informazioni e, grazie alla nostra piattaforma, saranno valorizzate al meglio. Vogliamo coinvolgere e includere tutti gli attori del sistema – dai singoli agenti e agenzie immobiliari alle aziende, fino alle associazioni come FIAIP, ANAMA e FIMAA – per creare il primo operatore italiano per qualità dei dati raccolti: il tutto gestito direttamente dai professionisti del real estate”.

Enrico Gasperini, Fondatore e Presidente di Digital Magics, dichiara: “Dopo l’editoria – con EDICOLA ITALIANA – e il turismo – con Tripitaly, il cui lancio è previsto in concomitanza di Expo Milano 2015 – anche il mercato dell’immobiliare in Italia subirà una rivoluzione grazie al digitale. WIKIRE rappresenta l’inizio di un’importante alleanza di sistema di tutti gli operatori del settore per innovarsi. Da oltre due anni, infatti, Digital Magics sviluppa programmi di ‘Open Innovation’ a supporto delle imprese italiane partendo proprio dalle startup e dal nostro incubatore, che diventa una vera e propria piattaforma di ricerca e sviluppo per le aziende”.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail