Scambiare casa

baratto-online

Sempre di più e sempre più originali le idee per non spendere nel settore immobiliare. Continuiamo con nuovi assi nella manica che prendono ulteriormente più piede in un periodo in cui il mercato immobiliare, seppur leggermente in crescita a quanto pare, dopo sette anni di buio, non è ancora tornato quello di un tempo e non solo per la nostra nazione.

Oggi, ad essere il protagonista è un movimento del tutto originale inventato per lo più da chi possiede una seconda casa e ha deciso di farla fruttare. Oggi, si parla di vacanze, visto che stiamo anche entrando nel periodo più consono, ma anche di trasferte di breve durata o visite momentanee nelle quali comunque a regnare è la parola “gratis”.

Stop con l’affittare a prezzi salatissimi l’appartamento per andare al mare, Stop con il prenotare alberghi molto cari che reputiamo approfittatori. E la soluzione forse c’è, anzi, pare sicuramente e già tastata. Ma come? Con la seconda casa a disposizione appunto, ma per molti, addirittura con la prima. Ebbene, non solo affittandola come banalmente si potrebbe pensare, bensì scambiandola.

Il via dei soggiorni gratuiti è quindi stato pronunciato. A spiegarcelo bene è addirittura Il Sole 24 Ore che, intervistando curioso Annalisa Rossi Pujatti di Homelink (uno dei tanti siti che ti accompagnano nello scambiare casa, attività molto rinomata ed esistente dal 1953) si vede raccontare com’essa sia stata in ben 150 luoghi differenti grazie a questa tecnica che le ha permesso di girare il mondo e soprattutto di non pagare praticamente nulla se non il viaggio.

E come dicevo questa novità stà diventando sempre più una tendenza tanto che sono stati creati persino siti e portali ai quali è necessario iscriversi, portali in grado di coadiuvare, aiutare e programmare l’eventuale scambio della persona che ha deciso di tuffarsi in quest’avventura.

Addirittura, per i più scettici o i più dubbiosi che hanno bisogno di una vera e propria guida, dalla penna di Vanessa Strizzi e Andrea Villarini è nato: “Scambio casa: Istruzioni per l’uso”. Un pratico manuale utile all’occorrenza.

Il tutto nettamente in contrasto per chi opera nell’ambito del Marketing Immobiliare e soprattutto del mercato omonimo calcolando in prevalenza il tema “affitti”, ma così è stato deciso e il popolo sovrano sta facendo il fatto suo.

L’informazione deve comunque esistere. Una lezione presumibilmente a tutti quelli che un tempo hanno governato in un business probabilmente troppo sopravvalutato.

Un baratto dei tempi moderni. Case calde, accoglienti, vissute e “pronte all’uso”, sono in attesa di questi nuovi viaggiatori che, così facendo, possono permettersi di spendere più quattrini in loco, per la gioia del paese. Un progetto tra persone che desiderano conoscere senza costi troppo esosi.

La cultura della condivisione arricchita da meeting, libri e collaborazioni per far conoscere questa moda ogni giorno di più.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail