Sfarzo immobiliare

villa

E per chi la crisi non la sente, si continua a vendere a prezzi stratosferici. Le ville d’epoca e di lusso sparse in tutto il nostro bello Stivale continuano ad avere il loro successo.

E non si parla di dimore ad alte cifre, si parla di una quantità di zeri letteralmente esorbitante. Lo sfarzo in prima fila. Ma questo non vale solo per l’Italia.

Nel resto del mondo c’è poca differenza e le case definite “da sogno” rappresentano quasi un mercato tutto loro. Ma quando si parla di queste abituazioni non si nominano solo ville o case indipendenti. Persino in grandi palazzi o veri grattacieli, la fastosità non manca e i prezzi nemmeno.

A Melbourne ad esempio, gli architetti Elenberg e Fraser, con la giustificazione di aver progettato un intero grattacielo a forma del corpo, o meglio delle sinuose curve, della cantante statunitense Beyoncé Knowles, hanno potuto realizzare appartamenti con la dicitura tassativa di – trattativa riservata -. L’alto palazzo si chiama Power Tower ed è tutto da vedere.

Il lusso più sfrenato per il Luxury Real Estate.

Dimore principesche e sfarzose, costruite senza badare a spese e situate in location da sogno.

Da Antillia, isola dell’Oceano Atlantico alla nostra vicina Costa Azzurra francese. 700, 800, 900 milioni di dollari e anche più per un appartamento di medie dimensioni quando si parla di condominio.

Le trasparenze di One Hyde Park Penthouse a Londra, le reggie di Hearst Castle, a Beverly Hills – Los Angeles, la signorilità di Seven The Pinnacle nel Montana.

Persone disposte a pagare oro per una casa che esce dalle regole e dagli standard.

A rimanere sul mercato infatti sono quelle troppo care per il semplice operaio che vuole accedere a un muto. Troppo care per lui ma troppo piccole e poco sontuose per il magnate.

Non c’è più la via di mezzo e lo si vede anche in ambito immobiliare.

Progetti esorbitanti con tanto di parco personale, piccoli monolocali in periferia. E mentre alcune persone cercano di ricavare case da ogni tipo di materiale, persino l’argilla o la spazzatura riciclata come già abbiamo visto in articoli precedenti, altri si preoccupano di allargare ciò che già ha dell’immenso.

Nessuna polemica, solo questo ci fa pensare a quanto vasto sia il settore del Marketing Immobiliare.

Un range impressionante.

E la cosa più ovvia è il cercare di accontentare ma soprattutto informare chiunque.

Condividi questo post

Lascia un commento

  • twitter
  • facebook
  • google
  • linkedin
  • rss
  • mail